Home Benevento FUCCI,ASLIMITALY:”I FATTI DEL PRESIDENTE DELLA CARITAS MI LASCIANO PERPLESSO, MENOMALE CHE BENEVENTO...

FUCCI,ASLIMITALY:”I FATTI DEL PRESIDENTE DELLA CARITAS MI LASCIANO PERPLESSO, MENOMALE CHE BENEVENTO HA SCELTO LA CONTINUITA’!”

457
0

“Ho visto con i miei occhi  e vedo tuttora, da dieci lunghi anni, tutti i giorni, il bene che fa e come lo fa. Non solo con il sorriso e la determinazione, ma anche con la convinzione che chi dona qualcosa deve liberare chi riceve dalla dipendenza della carità, deve “farsi perdonare” la carità che fa”: inizia così il post, affidato ai social, del consigliere comunale Angelo Moretti a sostegno di don Nicola De Blasio, arrestato con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.

Sembrava ieri quando Moretti gridava dai palchi,durante l’accesa campagna elettorale beneventana, che il male di Benevento era Clemente Mastella.

Ebbene, oggi sembra essere quasi solidale con Don Nicola De Blasio, che al di là della carità che con tutta probabilità avrà pure fatto,oggi si porta sulle spalle l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.

Ma andiamo nel dettaglio.

I FATTI

Stando a quanto appreso dall’agenzia Ansa, la misura cautelare nei confronti del religioso è stata disposta a seguito di una perquisizione ordinata dalla procura di Torino nel corso della quale gli agenti della polizia postale hanno accertato la presenza sul suo computer di immagini e video ritraenti bambini e adolescenti impegnati in atti sessuali. L’uomo, difeso dagli avvocati Massimiliano Cornacchione e Alessandro Cefalo, è ora in attesa dell’udienza di convalida davanti al gip del tribunale di Benevento, dove potrà spiegare la sua versione dei fatti.

Alcuni fedelissimi del parroco, hanno parlato di qualche “vendetta trasversale” ai danni di Don Nicola, staremo a vedere cosa cosa decideranno gli inquirenti a riguardo.

LA POSIZIONE DI ASLIMITALY A RIGUARDO

L’associazione sannita, Aslimitaly,che consta circa 1000 imprenditori nelle sue linee, si è detta amareggiata.

Durante la campagna elettorale che ha visto la riconferma della compagine mastelliana alla guida della capitale del Sannio,Fucci,presidente dell’Aslim,aveva dato pieno appoggio al sindaco riconfermato in seconda battuta al ballottaggio e aveva mal digerito la fusione di Moretti con Perifano.

Appurata la vicenda di Don Nicola, ha così espresso la propria intolleranza verso certi argomenti:

“Non spetta certamente a me stabilire se il presidente della Caritas è colpevole o meno di detenzione di materiale pedopornografico, ma un’indagine che parte da così lontano proprio farlocca non può essere. Sono intollerante nei confronti di certe cose che si consumano in certi ambienti. Io sono un fervente cattolico e chi mi conosce sa che la mia formazione è seminaristica, quindi figuriamoci come posso solo minimamente tollerare una cosa del genere. Mi viene da dire ad Angelo Moretti,che resta comunque solidale a De Blasio, menomale che Benevento ha scelto la continuità, e ha riconfermato Clemente Mastella. Per tutto il resto il Tribunale deciderà su quanto accaduto.”

Insomma, che dire, forse i mali della comunità beneventana non si nascondevano sotto il viso di Clemente Mastella, sarebbe meglio guardare altrove, dunque, finalmente!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui