Home Cronaca Maltempo, proprietà allagata. La lettera di una famiglia di Pantano: ‘Tante segnalazioni,...

Maltempo, proprietà allagata. La lettera di una famiglia di Pantano: ‘Tante segnalazioni, ma nessuno interviene’

128
0

A circa 20 giorni dal pesante nubifragio che ha messo in ginocchio la città non si placano le polemiche, soprattutto per quanto riguarda la zona di Pantano. Come già accaduto nel corso dell’alluvione dell’ottobre 2015, la contrada è stata tra le zone più colpite da allagamenti e smottamenti anche a causa della posizione sua posizione a ridosso del fiume Calore.

Alla nostra redazione sono giunte numerose segnalazioni di disagi e tra queste anche quella della famiglia Pellegrini–Bielokon, residente in via Sant’Angelo, che da anni segnala le criticità che emergono ogni volta che piove in maniera più intensa.

“Dopo le decine di comunicazioni ed esposti alle istituzioni locali – hanno spiegato alla nostra redazione – la situazione non è mai cambiata. Contrada Pantano è una zona costantemente colpita da allagamenti in seguito a nubifragi a causa di mancanti canali di regimentazione delle acque piovane, dalla mancata pulizia di quelli esistenti che dovrebbero accogliere le acque meteoriche per portarle al fiume. A farne le spese, però, sono i residenti della zona – aggiunge la famiglia – che subiscono danni ingenti alle proprietà.

Lo scorso 17 gennaio – raccontano i cittadini – abbiamo subito un ennesimo allagamento con inondazioni di fango, detriti, acqua, e tutto ciò che trasporta un torrente in piena, mettendo a rischio la vita del nostro nucleo familiare composto da anziani e bambini. I Vigili del Fuoco di Benevento, giunti sul posto con un  muniti escavatore, hanno individuato il problema e sono riusciti a tamponare l’allagamento e mettere in sicurezza la nostra famiglia e la proprietà.

Già da prima dell’ alluvione del 2015 – attaccano i cittadini – avevamo segnalato la pericolosità della situazione, ma nessuno è intervenuto ed oggi si ripropongono sempre le stesse problematiche. Intanto resto con la mia proprietà invasa e con tanti danni subiti, ancora una volta – conclude la segnalazione -. Speriamo che le istituzioni ed uffici preposti facciano realmente il loro dovere e non lascino, come spesso accade, le persone abbandonate a sé stesse. Abbiamo diritto alla nostra sicurezza e c’è bisogno di maggiore controllo per far osservare le regole”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui