Home In Evidenza Salvini: “Non possiamo accettare le forzature di Pd e M5s” | Delrio:...

Salvini: “Non possiamo accettare le forzature di Pd e M5s” | Delrio: “Ius scholae non c’entra con il governo”

94
0

Ritirare il sostegno al governo Draghi è l’ultima cosa che la Lega vorrebbe, “per questo osserviamo con preoccupazione le continue provocazioni di Pd e Cinquestelle”.

Lo ha detto Matteo Salvini, spiegando che “bloccare il Parlamento per votare Ius scholae e droga libera è contro gli interessi del Paese”. Perché “legalizzare le droghe sarebbe una follia che non riduce la criminalità. Siamo stati fin qui molto responsabili, ma gli italiani vogliono risposte su altro, non possiamo accettare forzature che rischiano di danneggiare l’Italia”.

“Crisi dei grillini rischia di aumentare le fibrillazioni nel governo”

 – Intervistato dal Corriere della Sera, Salvini torna sulle tensioni nella maggioranza, confermate dalla decisione del premier Draghi di lasciare in anticipo il vertice Nato di Madrid per rientrare a Roma. “Invece di lavorare in Parlamento sull’aumento di stipendi di pensioni”, tuona il leader leghista, M5s e Pd “legalizzano droghe e regalano cittadinanze facili. Aggiungo che la profonda crisi dei grillini ha coinvolto anche il premier e rischia di aumentare le fibrillazioni. Questo governo non è nato per spalancare le porte ai 27mila clandestini sbarcati fino a ora. Attendiamo da tempo il patto fiscale per 20 milioni di italiani ostaggio di Equitalia e a gennaio non potremmo tollerare il ritorno alla legge Fornero”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui