Home Economia Quota 100 da bloccare: un trend insostenibile

Quota 100 da bloccare: un trend insostenibile

36
0
Cerca

Spulciando nelle oltre 130 pagine della “Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza” (Nadef) si trova un preciso riassunto delle tendenze di medio e lungo periodo della spesa pubblica per pensioni. Come noto, si sono susseguiti nel tempo tre diversi interventi sul sistema pensionistico: nel 1995 (riforma Dini); nel 2011 (cd Fornero) e nel 2019 (cd Quota 100: ovvero la possibilità di pensionamento anticipato per chi ha 62 anni di età e 38 di contributi). La Nadef quantifica con esattezza l’evoluzione della spesa pensionistica a seguito del provvedimento Quota 100. L’argomento è di cruciale importanza data la rilevanza dell’impegno per la spesa pubblica e, conseguentemente, per la qualità della vita degli italiani.

Ci siamo già soffermati sugli aspetti di inefficienza e di iniquità sociale del provvedimento Quota 100.

Da Italia Oggi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui