Home Politica Elezioni europee: gli eletti

Elezioni europee: gli eletti

21
0
parlamento europeo

Da Vannacci a Salis, passando per Bonaccini, Strada e Decaro, sono molti i nomi già confermati da YouTrend, che sul suo account X ha pubblicato i primi risultati. Ma in che modo viene stabilito chi è eletto? Il meccanismo di elezione è complesso, con diversi fattori che influenzano i risultati finali, dal peso delle preferenze alle eventuali rinunce. In teoria, infatti, i candidati vengono eletti in base alle preferenze espresse dagli elettori. Ogni elettore ha avuto la possibilità di esprimere da una a tre preferenze, indicando i nominativi dei candidati che desidera vedere tra gli scranni del Parlamento Europeo. Per eleggere parlamentari, è fondamentale che la lista abbia superato la soglia del 4%. Nel caso in cui sulla scheda non venga indicata alcuna preferenza, il voto varrà soltanto per la lista (non andrà dunque ai capilista).

PD LEGA 5 STELLE AVS FDI Fi

Cecilia Strada, Antonio Decaro e Stefano Bonaccini: sarebbero loro i primi europarlamentari eletti con il Pd. Oltre a loro, anche segretaria del partito Elly Schlein, al momento la candidata Pd con più preferenze (anche se non di molto) nelle due circoscrizioni in cui si è presentata.

Per la Lega ci sarà sicuramente il candidato indipendente della Lega Roberto Vannacci. «Non basterà una birra per festeggiare stasera….arriveremo alla decima!”. Lo ha scritto su Facebook Roberto Vannacci, candidato alle Europee con la Lega, pubblicando una bottiglia del ‘Birrificio italico’ con il logo della flottiglia Decima Mas sull’etichetta.

Pasquale Tridico, ex presidente dell’Inps e capolista al Sud per M5s sarebbe tra gli eletti all’Europarlamento. «Come è giusto che sia, avvieremo una riflessione interna per cercare di approfondire le ragioni di questo risultato, che non era quello che ci aspettavamo. Posso garantire a tutti gli elettori che ci hanno votato che i nostri europarlamentari, nove o dieci, saranno coerenti rispetto agli impegni annunciati in campagna elettorale. Quindi saranno costruttori di pace, si batteranno ad ogni livello contro l’austerity, porteranno avanti le nostre battaglie contro la corruzione, per un’Europa più verde, sociale e inclusiva», ha chiarito Conte. «Il nostro impegno politico non marca alcuna battuta d’arresto, anzi lavoreremo più di prima sul piano interno per l’alternativa a questo governo», ha aggiunto.

Per Avs ci sarà Ilaria Salis. «Ne abbiamo sentite molte. Ci hanno accusato di usare candidature a fini strumentali. Abbiamo fatto bene ad agire. Ilaria Salis da stasera è un europarlamentare». Lo ha detto il leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni nel comitato elettorale di Avs a Roma. «Da qui mandiamo un grande abbraccio a Ilaria, la battaglia per la democrazia comincia oggi ma sarà ancora più forte», ha aggiunto il portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli. «Ilaria Salis è molto contenta e commossa. Mi ha detto ‘non ci credo, voglio aspettare la fine, i risultati definitivi’. Io le ha detto: ‘dai Ilaria, ce l’abbiamo fatta’». Così il portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli nel comitato elettorale di Avs a Roma raccontando la telefonata avuta poco fa con la candidata. «Se eletta lei deve uscire dai domiciliari», ha aggiunto. Un forte applauso e un grido di esultanza si è levato dalla sala in cui sono riuniti i vertici di Alleanza Verdi e Sinistra dopo la pubblicazione del secondo exit poll di Swg. A seguire i risultati nel comitato elettorale allestito alle Industrie Fluviali a Roma ci sono il leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, il portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli, il presidente di Si Nichi Vendola e Roberto Salis. Tra i parlamentari presenti, Peppe De Cristofaro, Elisabetta Piccolotti e Filiberto Zaratti. Presenti anche diversi candidati alle elezioni europee, tra cui Massimo Smeriglio e Marilena Grassadonia. 

I primi exit poll sono stati accolti con un applauso nel quartier generale di Roma di Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni segue l’andamento da casa insieme alla sorella Arianna e più tardi potrebbe raggiungere il quartier generale. Quello della Lega è stato allestito nella sede del patito di via Bellerio a Milano, dove si trova già Matteo Salvini. C’è un clima di soddisfazione nella sede di Forza Italia per i primi risultati. Anche al Nazareno si sono riuniti i colonnelli del Pd con Elly Schlein, arrivata con la chitarra.

Matteo Salvini da via Bellerio ha dichiarato “Attorno alle 9 possiamo commentare i dati, perché se siamo anche di uno zero virgola sopra le politiche la soddisfazione c’è”. Antonio Tajani ha valutato molto positivamente il risultato del voto perché, dice, “stiamo raggiungendo l’obiettivo che ci eravamo prefissati, di occupare lo spazio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein. Confermiamo che alle politiche puntiamo a raggiungere il 20%”. E poi ha fatto l sua dedica al presidente Berlusconi: “Sono felice che Forza Italia abbia fatto questo regalo a Silvio Berlusconi. Dedichiamo a lui questo risultato che ci incoraggia ad andare avanti”.

“Non voglio cantare vittoria dopo la prima protezione che ci dà al 10,5% ma questo risultato va dedicato al presidente Berlusconi, che sarebbe assolutamente fiero del lavoro che abbiamo fatto”, ha dichiarato a Porta a Porta la senatrice di Forza Italia, e vice presidente del Senato, Licia Ronzulli.

Avete votato? Bene. Adesso 76 italiani prenderanno un bell’aereo per Strasburgo, sedersi in parlamento(in foto), indossare le cuffiette con la vocina dell’interprete e fare qualche intervento.

(Fonti: il Giornale, il Messaggero)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui