Home Cronaca Meloni: “A Roma squadrismo, ma non ne conosco la matrice | Fascismo?...

Meloni: “A Roma squadrismo, ma non ne conosco la matrice | Fascismo? Non è questo il punto” |

190
0

Quanto accaduto sabato a Roma “è sicuramente violenza e squadrismo, poi la matrice non la conosco. Nel senso che non so quale fosse la matrice di questa manifestazione, sarà fascista, non sarà fascista, non è questo il punto. Il punto è che è violenza, è squadrismo e questa roba va combattuta sempre”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, alla convention nazionale di Vox, partito di estrema destra spagnolo.

Fdi, Lollobrigida porta alla Cgil la solidarietà del partito – All’assemblea generale della Cgil era presente anche Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera. Alla fine del discorso del segretario della Cgil Maurizio Landini, prima di andare via, Lolllobrigida si è avvicinato a Landini per un breve saluto, esprimendo la totale solidarietà di tutta Fratelli d’Italia, anche a nome di Giorgia Meloni che non ha potuto essere presente, essendo a Madrid.

“Scioglimento Forza Nuova? Decidano i giudici” – “La magistratura italiana e la nostre leggi prevedono già quali siano gli elementi e le norme per agire nei confronti di queste associazioni. Non spetta a me sostituirmi agli inquirenti né alla magistratura. Noi siamo il partito della legalità, siamo contro ciò che contrasta con la legge ma non spetta a me decidere, la Costituzione assegna questo diritto dovere alla magistratura”. Cosi’ il capogruppo alla Camera di FdI, Francesco Lollobrigida commentando all’Ansa la mozione per lo scioglimento di Fn presentata dal Pd Emanuele Fiano.

“Il rischio è criminalizzare il dissenso” – Francesco Lollobrigida ha allargato il suo commento così: “Ieri c’era una piazza che dimostrava democraticamente e gruppi di facinorosi che hanno tentato di minare la dialettica democratica che deve permettere a tutti di esprimere le loro idee aggredendo un sindacato che ha espresso forti dubbi sul green pass: bisogna fare luce su quello che sta accadendo e se esistono in questo tipo di manifestazioni infiltrati che sotto simboli politici creano tensioni e violenze. Il rischio più grande per la nostra democrazia è criminalizzare il dissenso utilizzando strumentalmente dei delinquenti che nelle piazze italiane sono infima minoranza”.


Provenzano: “Meloni non dica delinquenti ma ‘fascisti'” – GiorgiaMeloni non si limiti a dire che sono delinquenti ma fascisti. E che non è storia ma pericolo attuale da rigettare senza se e senza ma”. Così, su twitter, il vicesegretario del Partito Democratico, Peppe Provenzano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui