Home CAMPANIA BENEVENTO: PALCOSCENICO DI INCIVILTA’ TRA I GIOVANISSIMI

BENEVENTO: PALCOSCENICO DI INCIVILTA’ TRA I GIOVANISSIMI

620
0
Benevento

“Laddove dovessero esplodere incivili moti di mancanza di rispetto tra giovani, che sfociano in aggressioni sciocche e malvagie, userò i miei poteri per intervenire, e con forza, chiudendo eventualmente anche i luoghi della movida”.

Così il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, a seguito della rissa in Piazza Piano di Corte.
“Mi auguro – chiosa il sindaco – che l’episodio resti confinato ad una brutta ed unica serata. La tolleranza per questi episodi sarà zero”.

È accaduto intorno alle 22.30 nella zona di Piazza Piano di Corte. Tutto sarebbe partito da uno scambio di sguardi, poi insulti e minacce per banali motivi e la situazione è degenerata. Coinvolti diversi giovani e un 19enne è rimasto ferito tanto da risultare necessarie le cure dei sanitari dell’ambulanza intervenuta sul posto, allertata dalla polizia che ha purtroppo dovuto intervenire anche per altri due episodi violenti: l’uno in piazza Roma con dei giovani che avrebbero divelto le transenne a protezione di un palco, l’altro nei vicoli di Corso Garibaldi con botte e violenza ancora tra giovanissimi. Le indagini dovranno ora far luce sugli episodi e si utilizzeranno anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza per risalire agli autori. Ed arriva durissima la condanna del Comitato di quartiere Centro Storico che parla di un problema di ordine pubblico più volte segnalato.

“Solo la settimana scorsa abbiamo sensibilizzato le istituzioni a prepararsi al ‘liberi tutti’ creato dall’allentamento delle misure di controllo imposto dalla pandemia. E in anticipo sulla zona bianca con l’allentamento delle misure sono arrivato questi accadimenti gravissimi” ha commentato il Presidente del Comitato di Quartiere Centro Storico Luigi Marino che rincara la dose: “E’ completamente inutile indignarsi solo quando si arriva a gravi episodi. Avevamo richiesto maggiori controlli, siamo stati tacciati di volere uno stato di polizia (una cosa assolutamente lontanissima dal nostro modo di essere) e invece ecco davanti a noi un episodio di violenza inaudita perchè manca controllo un controllo del territorio degno di questo nome”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui