Home Politica DRAGHI, IN SENATO PER LA FIDUCIA: I PUNTI SALIENTI DEL DISCORSO

DRAGHI, IN SENATO PER LA FIDUCIA: I PUNTI SALIENTI DEL DISCORSO

371
0

Redazione 17 Febbraio 2021

“Il primo dovere a cui siamo chiamati tutti è di combattere la pandemia con ogni mezzo e salvaguardare le vite dei nostri cittadini”. Lo ha detto il premier incaricato Mario Draghi, in Senato per la fiducia. “Il governo affronterà l’emergenza: dobbiamo occuparci di chi soffre adesso e di chi perde il lavoro”, ha aggiunto.

“Nel caso del fisco, per fare un esempio, non bisogna dimenticare che il sistema tributario è un meccanismo complesso, le cui parti si legano una all’altra. Non è una buona idea cambiare le tasse una alla volta. Un intervento complessivo rende anche più difficile che specifici gruppi di pressione riescano a spingere il governo ad adottare misure scritte per avvantaggiarli”.

“Sostenere questo governo significa condividere l’irreversibilità della scelta dell’euro, significa condividere la prospettiva di un’Unione Europea sempre più integrata che approderà a un bilancio pubblico comune capace di sostenere i Paesi nei periodi di recessione”.

“Si è detto e scritto che questo governo è stato reso necessario dal fallimento della politica. Mi sia consentito di non essere d’accordo”. “Nessuno fa un passo indietro rispetto alla propria identità – ha precisato – ma semmai, in un nuovo e inconsueto perimetro di collaborazione, ne fa uno avanti nel rispondere alle necessità del Paese. Come nel Dopoguerra abbiamo la responsabilità della ricostruzione”.

E’ atteso in serata il risultato del voto di fiducia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui